Città fragili
sotto i cieli di Chagall.
Tienimi forte.

*

In equilibrio
sopra un soffione.
Baciami piano.

*

E’ trasparente
la lacrima che scende.
E orgogliosa.

*

In un paniere,
storie dimenticate
e il profumo del pane.

*

E’ meraviglia.
Il sorriso di un giunco
mi porta a te.

*

Nell’attesa
ho messo radici.
Due nell’azzurro.

*

Malinconia
si adagia sul letto.
Notte di grilli.

*

Ci sono scale
costruite nel mare.
Sono del sole.

*

Sono entrata
nei colori di Rotkho .
Lasciatemi qui.

*

Fiori di lavanda
tra antiche rovine.
Un pò di vento.

*

Per ogni errore
apro uno scrigno d’oro
e d’azzurra seta.

*

Solo un pensiero,
accavallo le gambe
ed è autunno.

*

Queste lacrime
hanno il sapore
delle giuggiole.

*

Soffi di gioia
tra le pieghe della gonna.
Come polvere.

———————————-

L’Essenza.
La ricerca dell’Essenza è ciò che mi ha sempre guidato, nell’Arte plastica o figurativa, così come nella scrittura e nella vita. E’ una ricerca che richiede tempo, pazienza e l’accettazione dell’Assenza. Non esiste Essenza senza Assenza. Cosa deve rimanere del mio pensiero e cosa devo togliere, a cosa devo rinunciare e quali sono le istanze che non servono al fine di un’opera d’arte o di una poesia? Devo confrontarmi ogni volta col dolore di una perdita, e con la gioia di un risultato pulito, puro.
L’Haiku è la forma poetica che più si avvicina al mio modo di procedere in poesia e per questo motivo l’ho scelto come “esercizio” di scrittura e di vita.

Nata nel 1958 a Milano, ho poi trascorso molti anni in Toscana dove ho compiuto studi di tipo tecnico-economico che niente hanno a che fare con la passione intima che invece ha accompagnato ed accompagna la mia vita: l’arte ed ogni sua forma espressiva.
Uso la Carta per raccontarmi, dandole valore di parola, d’essenza di un racconto intimo. Le uso per scrivere poesie ma anche realizzare sculture. Il rito di plasmarla, trattarla come fosse altri materiali, è metafora della mia vita stessa. Questa materia non mi impone mai delle regole, semmai delle sfide.
Accanto all’attività artistica affianco l’organizzazione di corsi per adulti e bambini sulle tecniche cartarie in contesti sia pubblici che privati. Partecipo a mostre personali e collettive in Italia e all’estero.
Dal 2005 collaboro in qualità di maestra d’arte in un primo momento, ed Arteterapista in seguito, con la Cooperativa Solaris che si occupa di disabilità e gestisce alcuni Centri Diurni Disabili e CSE della Brianza.
La disabilità che ogni giorno affronto è per lo più di tipo fisico con insufficienza mentale da media a grave e gravissima. Ma è un’immensa gioia arrivare all’intimo di queste persone attraverso l’Arte e la Poesia.

Annunci