big_sblando

Non ho mai sentito l’urgenza di pubblicare, ho sempre pensato e lasciato sedimentare ogni pensiero, ogni parola il più a lungo possibile, nella speranza al contempo, che tutto trovasse il proprio posto, il proprio ordine nella semplicità, nel tempo mai banale del silenzio.

Dal silenzio infatti, nasce la parola così come dalla poesia nasce il silenzio. Ed è in questo naturale perpetuarsi ch’è possibile raggiungere la sicurezza, come in un autentico accoglimento di noi stessi. Per me Poesia è principalmente sicurezza. È sicurezza perché la scrittura rende liberi nell’espressione, rende possibile tutto ciò che è impossibile, rende vicini, rende unico il confronto e cosa più importante, ci rende tutti pari. La mia scrittura altro non è che un tentativo di approdo delle sensazioni quotidiane, degli accoglimenti di noi stessi e del prossimo, degli sguardi e dei paesaggi possibili nell’irraggiungibilità del gesto. Cos’è la poesia d’altronde, se non quella arte che meglio di altre è capace di fermare l’attimo? Leggi tutto l’articolo su l’EstroVerso

Prima pagina l'EstroVerso

l’EstroVerso n. 2/2014 edizione sfogliabile

Clicca qui per andare alla pagina di download della rivista in formato PDF

Il sito della rivista culturale l’EstroVerso

 

Annunci